La loro bellezza è conosciuta in tutto il mondo, si trovano lungo la riviera di Levante, si contraddistinguono per la morfologia geografica, essendo un tratto frastagliato di costa Spezzina( ovvero in provincia di La Spezia) tra Punta Mesco e Punta di Montenero, nel quale si trovano cinque borghi o, come si diceva anticamente, terre, qui elencati da ovest verso est: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore.

La Morfologia del Territorio

Tutto il comprensorio è costituito da una stretta fascia di terra compresa tra il mare e il crinale che la separa dalla retrostante Val di Vara e dal Golfo della Spezia, con crinali secondari che si estendono sino a Punta Mesco delimitandolo dall’area del golfo di Levanto. I rilievi montuosi della zona, che corrono paralleli alla costa, pur variando tra quote modeste come il Monte Malpertuso alro circa 815 metri o il Monte Vè circa 486 metri e nonostante la breve distanza dal mare, determinano un’accentuata acclività di tutto il territorio. La morfologia interna dell’area è caratterizzata da rilievi secondari, che presentano andamenti perpendicolari o obliqui rispetto alla linea di costa, così da formare le famose terrazze. La costa è prevalentemente rocciosa e ripida, raggiungendo in molti casi quasi la verticalità sul mare. Le spiagge sabbiose e ciottolose sono localizzate nei pressi di Monterosso, spiaggia di Fegina e di Monterosso vecchio, di Corniglia, spiaggia di Guvano e spiaggia, di Riomaggiore. Il territorio delle Cinque Terre presenta una rete idrografica caratterizzata da corsi d’acqua a regime torrentizio, non troviamo grandi fiumi da poter navigare, ma durante dell’escurzioni, possiamo ammirare la velocità dei suoi torrenti. Gli interventi di trasformazione del territorio avvenuti nei secoli ad opera dell’uomo, con la realizzazione di terrazzamenti per la coltivazione della vite e dell’ulivo e dei muri a secco, hanno assunto un ruolo significativo tanto da essere diventate una peculiarità territoriale per la zona, ci riferiamo a questo tipo di coltivazioni.

Natura e Ambiente

Le Cinque Terre hanno tra le loro caratteristiche principali la particolarità del territorio su cui sorgono. In tal senso è significativa l’opera di antropizzazione che l’uomo ha portato avanti nei secoli in perfetta sintonia con l’ambiente e nel rispetto delle biodiversità. Nel 1999 è stato istituito il Parco nazionale delle Cinque Terre il cui territorio si estende dalla zona di Tramonti di Biassa e di Campiglia, nel comune della Spezia al comune di Levanto. Il parco ha la particolarità di essere l’unico in Italia finalizzato alla tutela di un ambiente antropizzato, uno degli scopi è infatti la tutela dei terrazzamenti e dei muri a secco che li sorreggono.

Vicino alla costa è stata istituita l’Area marina protetta Cinque Terre compresa tra Punta Mesco e Punta di Montenero, entrambi classificati come zona A. La riserva ha lo scopo di tutelare flora e fauna che data la conformazione rocciosa della costa presentano, già a basse profondità, particolarità non comuni nel resto del Mediterraneo. Nello spirito di rispetto dei fondali marini, il comune di Riomaggiore utilizza dei sistemi di ancoraggio dei mezzi natanti che approdano nella rada del borgo che evitano di rovinare i fondali marini.Speriamo di avervi fatto venire voglia di sapere altro di questa terra bellissima, così avete due scelte, leggere il prossimo articolo oppure andare a visitarle di persona.